Caterina Pisu
Direttrice del Museo civico «Ferrante Rittatore Vonwiller» di Farnese, si è laureata in lettere classiche presso l’Università La Sapienza di Roma, ha proseguito la propria formazione post-universitaria nell’ambito della museologia e della didattica museale, conseguendo il master in didattica museale presso l’Università Roma Tre. Ha svolto il compito di coordinatrice nazionale dell’Apm - Associazione nazionale piccoli musei - dal 2011 al 2016. Ha diretto il Museo della navigazione nelle acque interne di Capodimonte (VT), dal 2016 al 2020. Dal 2019 ad oggi è direttore regionale dei Gruppi archeologici d’Italia (Gai) del Lazio ed è consigliere del consiglio nazionale dei Gai. I suoi ambiti di ricerca vertono principalmente sull’etruscologia, l’archeologia dei paesaggi e la comunicazione e divulgazione culturale. Tra i suoi scritti: Trevignano Romano. Museo Civico e area archeologica, scritto a quattro mani con Ida Caruso; Musei, territori e comunità locali, in «Nuova Museologia», n. 27, novembre 2012; L’aristocrazia etrusca dei piccoli centri: il caso di Trevignano Romano, in «Frammenti, Annuario di Studi storici, artistici e archeologici», 2015; Il fenomeno dello scavo clandestino a Capodimonte dagli anni Sessanta al Duemila, in «Incunabula, Miscellanea di studi e ricerche sul territorio del lago di Bolsena», n. 2, 2018. È autrice anche di numerosi articoli di attualità culturale, prodotti durante la sua lunga collaborazione con la rivista «Archeonews», mensile di informazione economica per l'archeologia e i beni culturali. Collabora regolarmente con la rivista «La Loggetta».