Storia e Tradizioni 9788895187648 160 pp 13,00 - 15% = 11,05 €
Domenica 8 dicembre 1566 «all’ora quarta della notte, viene raccolta la deposizione di donna Caterina, alias Pericula, vedova di Benedetto dell’agro tudertino», contro donna Betta, contadina di Bolsena abitante a poggio Rentica – di età superiore a trent’anni e sposata a un certo Tiberio – dalla quale risulta come quest’ultima fosse ritenuta «strega, lamia, lamia femmina».
Al di là delle comuni credenze e dei suggestivi aspetti fantastici, anche per il territorio del viterbese esistono alcune testimonianze documentali riguardanti quello spettacolare scempio, concretizzatosi tra il XIV e XVII secolo, più noto come “caccia alle streghe”.
Streghe e stregonerie in terra di Tuscia raccoglie, per la prima volta in un unico volume, testi e testimonianze riguardanti i processi di stregoneria svoltisi nella provincia di Viterbo tra il XIV e il XX secolo; a corredo e completamento della storia giudiziaria, Breccola ci accompagna in un affascinante viaggio nell’immaginario collettivo stregonesco che fu elemento caratterizzante la cultura popolare della Tuscia viterbese.
Share

Libro

Collana: Storia e Tradizioni
Prezzo: 13,00 - 15% = 11,05 €
Versione E-book: Non disponibile
Formato: 12x17
Data di uscita: 03-11-2017
Codice ISBN: 9788895187648
Numero di pagine: 160 pp

Giancarlo Breccola

giancarlo-breccola

Intellettuale legato da un amore profondo alla Tuscia, è fotografo, storico, polemista e tanto altro ancora. Oltre a vari studi di contenuto storico ed artistico, apparsi in pubblicazioni singole e collettive, ha pubblicato diversi saggi riguardanti la cultura, il folclore e la storia di Montefiascone. Attualmente pubblica con regolarità sul …