Siamo alla ricerca di autori per le collane NarrAzioni, ViverSani, Storia e Tradizioni e Logìa.

Vi preghiamo, però, di leggere attentamente quanto segue, per evitare di essere cestinati e attendere inutilmente una risposta.

NarrAzioni è la nostra collana di narrativa. Dopo il rinnovo di design e contenuti avvenuto nel 2014, si è andata specializzando su testi che coniugano narrazione e azione, vale a dire racconto e impegno sociale (più o meno esplicito); a NarrAzioni piace anche, e molto, l’intreccio di storia e finzione o, ancora, quello tra riflessione e avventura. NarrAzioni ha i piedi ben piantati a terra, nella realtà, ma le piace anche mettere le ali. A NarrAzioni non interessa il semplice intrattenimento: le piacciono i libri che stimolano il pensiero, quelli che sono in grado di spostare, anche se di poco, l’asse attorno cui ruota l’immaginario del lettore, i suoi giudizi e pregiudizi. Non è interessata a pubblicare saghe fantasy, romanzi rosa o erotici, gialli o autobiografie.

ViverSani è la collana dedicata all’erboristeria, alla fitoterapia, al vivere in salute. È costituita da libri tascabili monotematici che trattano – dal punto di vista biologico, medico e gastronomico – piante, erbe, frutti, ortaggi e prodotti della terra, in forma singola o associata.

Storia e Tradizioni è una collana di saggi storici dal taglio divulgativo. Il suo centro di gravità (non troppo permanente) sono le biografie: di personaggi che proiettano la propria luce sui fatti della grande Storia e di piccoli, dimenticati ma indimenticabili «eroi» della microstoria.

Logìa è una collana di saggi storici e antropologici che parla a un pubblico popolare. I suoi volumi scavano nella storia e nella memoria delle classi popolari per riportarle alla luce e al centro del dibattito, ma – soprattutto – per donarle indietro a chi quella storie le ha vissute e a chi ne è erede. Ne fa parte una rigogliosa sottocollana dedicata alla «civiltà contadina».

Non saranno accettati – neanche nel caso in cui il testo, apparentemente, sia coerente con la linea editoriale – testi di stampo razzista, omofobo, misogino o fascista.

Se ritenete dunque che il vostro manoscritto sia coerente con le linee editoriali qui esposte, vi invitiamo a proporcelo, lo terremo in considerazione e ci impegneremo a valutarlo.

Il testo dovrà essere inviato, in formato .odt o .doc, accompagnato da sinossi e biografia dell’autore, a info@annullieditori.it

Data la grande mole di manoscritti che riceviamo ogni mese, non possiamo garantire una risposta in tempi brevi. Né possiamo garantire, in tutti i casi, una pubblicazione in tempi brevi: la valutazione di un testo richiede del tempo e anche nel caso in cui questa sia positiva, il libro deve poi essere inserito in un piano editoriale. Nel caso in cui il manoscritto sia ritenuto coerente con la linea editoriale e meritevole di pubblicazione, sarete contattati al più presto.

Lo scrittore che pubblica con Annulli Editori dovrà firmare un contratto scritto che contiene diritti e doveri delle parti contraenti e l’indicazione della percentuale dei diritti spettanti all’autore. Non chiediamo contributi, di alcun genere, per la pubblicazione dei nostri libri. Quello che chiediamo, invece, è che l’autore mostri un’attiva volontà di collaborare alla promozione fisica (attraverso presentazioni, readings etc.) e «virtuale» (attraverso blog, social media, etc.) dell’opera; in casi specifici e previo accordo con l’editore, potranno essere realizzate campagne di crowdfunding.

_______________________________________________________________________________________________________________

Allo stato attuale, tutte le posizioni lavorative sono ricoperte da personale interno alla casa editrice e non siamo alla ricerca di personale. Nel caso in cui necessitassimo di assumere personale qualificato, ne daremo prontamente notizia tramite il nostro blog e i nostri canali social.