NarrAzioni 978-88-9518-743-3 164 pp 12,00 - 15% = 10,2 €
«Per qualche istante ho pensato che forse era tutto possibile, per quei momenti mi sono illuso che ci fosse sul serio un velo sopra le cose: le foglie, l’odore dei funghi, la nebbia nel torace, il verso della civetta. Dov'ero? In Italia. Sì, ma quando?»
Sebastiano e Robert, l'uno fotografo del 2000, l'altro paesaggista del 1700, sono i protagonisti di un magico carteggio che si snoda attraverso i secoli. Un epistolario di lettere e impressioni sul mondo che fu e su quello che sarà, attraverso il quale i due giovani impareranno a scambiarsi le anime e a modificare se stessi, sullo sfondo di un amore sconfinato per il paesaggio che sembra accomunarli nel cuore come nelle considerazioni.
Sebastiano e Robert sono due personaggi presi dall'inganno e dal bisogno di identificazione. Hanno bisogno di sentirsi simili anche a distanza di 200 anni; “camminano” in un tempo così distante, eppure non uniforme né statico in questa distanza. Sono rette parallele che non si incontrano ma influenzano la direzione l'una dell’altra. Sono uguali perché lo avvertono come bisogno, sono diversi perché lo rivendicano. Sono, dunque, dei veri amici. Ma qual è il motivo per cui i due riescono a dialogare nel tempo? E a che scopo?
Share

Libro

Collana: NarrAzioni
Prezzo: 12,00 - 15% = 10,2 €
Versione E-book: Non disponibile
Formato: 12x19,5
Codice ISBN: 978-88-9518-743-3
Numero di pagine: 164 pp

Marco Saverio Loperfido

400792_4375904990011_1301445818_n

Marco Saverio Loperfido, laureato in Filosofia presso l’Università La Sapienza e Dottore di Ricerca in Servizio Sociale presso l’Università RomaTre, si occupa dei fenomeni migratori utilizzando l’approccio metodologico della sociologia visuale, maturato grazie alle sue esperienze lavorative come documentarista. È membro del Laboratorio …